info@visita-firenze.it

Galleria degli Uffizi

Galleria degli Uffizi, La Galleria, Le collezioni
  • Musei Nazionali
  • A pagamento
  • Accessibile
  • Audio guide
  • Servizio prenotazione

  • Firenze Card


La Galeria

L'origine della Galleria degli Uffizi, uno dei più grandi musei del mondo, risale al 1560, quando Cosimo I de' Medici commissionò a Giorgio Vasari la costruzione di un grande edificio a due ali, "oltre il fiume e quasi nell'aria", destinato ad ospitare gli uffici amministrativi e giudiziari (Uffizi) dello Stato fiorentino.

È anche merito del Vasari la costruzione, realizzata cinque anni dopo, di una galleria sopraelevata che, superando il Ponte Vecchio e la chiesa di Santa Felicità, si unisce agli Uffizi con la nuova residenza dei Medici di Palazzo Pitti e si conclude nei Giardino di Boboli.

Il nucleo originario della Galleria fu creato da Francesco I, figlio di Cosimo, che, dopo aver trasformato l'ultimo piano degli Uffizi in un luogo in cui poter camminare, con dipinti, statue e altre cose preziose, affidò al Buontalenti la realizzazione di una "tribuna" in cui sono state raccolte decorazioni e opere d'arte.

Allo stesso architetto si deve la costruzione del teatro dei Medici, realizzato nel 1586 nell'attuale primo e secondo piano dell'ala est del museo. Fernando I, fratello di Francesco, trasformò nel 1589 la terrazza situata vicino alla tribuna in uno spazio chiuso che divenne la Loggia delle Carte Geografiche.

Alla fine dell'altra ala della Galleria fu creato un giardino pensile, creato sulla loggia da Andrea Orcagna.

Al momento gli Uffizi ospitano un immenso patrimonio artistico formato da migliaia di pitture che includono dal periodo medievale fino a quello moderno, un gran numero di sculture antiche, miniature e arazzi. La collezione di autoritratti che aumenta costantemente con il passare del tempo è famosa, anche per acquisizioni e donazioni di artisti contemporanei, e alla quale si aggiunge un'altra importante collezione, quella del Gabinetto dei Disegni e Stampe.


Le Collezioni

Le collezioni degli Uffizi hanno una storia che, attraverso più di quattro secoli, si interseca con quella di tutta la cultura fiorentina. Le prime collezioni medicee costituiscono il nucleo della Galleria, ma la dedizione al patrocinio ccaratterizzò i governanti di Firenze e in particolare i Medici nel corso dei secoli. Già nel XIV secolo si verificarono delle forme di mecenatismo a causa della crescente importanza delle imprese commerciali: L'Arte del Cambio (corporazione di banchieri) commissionò a Orcagna il completamento del trittico di San Matteo per Orsanmichele, l'Arte delle Mercanzia (dei mercanti fiorentini) chiese a Piero Pollaiolo e Botticelli poi una serie di Virtù per l'aula di un proprio edificio.

All'inizio del XV secolo risale l'incarico fatto dal ricco e colto banchiere Palla Strozzi a Gentile da Fabriano per la restaurazione l'Adorazione dei Magi.

Cosimo I divenne anche protettore di artisti come Fra Filippo Lippi e gli furono commissionate opere di notevole significato morale e politico come la Battaglia di San Romano di Paolo Uccello.

Nel secolo successivo, il commerciante Angelo Doni commissionò a Michelangelo la sua pittura capolavoro, la Sacra Famiglia con San Giovanni Battista (meglio conosciuto come Tondo Doni), mentre Raffaello dipinse per un altro commerciante, Lorenzo Nasi, la Madonna del Cardellino.

Le collezioni sono state arricchite con nuovi elementi anche grazie ai doni matrimoniali o alle eredità ricevute dai granduchi. In questo modo Fernando ricevette in dono dal cardinale Del Monte la Medusa di Caravaggio e Fernando II, nel XVII secolo, ricevette il dittico di Piero della Francesca e la Venere di Urbino di Tiziano, grazie al suo matrimonio con Vittoria della Rovere.

Nel XVIII secolo, in particolare durante il regno del Granduca Pietro Leopoldo (1765-1790), i dipinti più antichi furono acquistati e fu organizzata la sezione di pittura francese. Per tutto il XIX secolo, nuove camere furono installate e la Pinacoteca ha continuato ad espandersi con opere importanti, tra cui la clelbre Nascita di Venere del Botticelli, ospitato agli Uffizi dal 1815, e l'Annunciazione di Leonardo da Vinci si trova negli Uffizi dal 1867. L'acquisizione finale della Primavera, splendida opera di Botticelli eseguita intorno al 1482, risale al 1919.

Il ventesimo secolo ha portato molti cambiamenti nella distribuzione di opere e restauri, così come la recente acquisizione e riscossione definitiva della Collezione Contini Bonacossi ..


Dove si trova

PIAZZALE DEGLI UFFIZI, 1

Orario

Martedì-domenica 8:15-18:50.
La biglietteria chiude alle 18:05.
Chiuso: lunedì, Capodanno, Natale.

Dal 4 giugno al 25 settembre 2019 (tranne il 13 e il 14 agosto 2019), il martedì e il mercoledì, apertura 8:15-22, ultimo ingresso 21:05.

Prezzo

Alta stagione (1 marzo-31 ottobre):
€ 20,00 (Galleria delle Statue e delle Pitture, Gabinetto dei Disegni e delle Stampe e Aula Magliabechiana);
€ 38,00 (Biglietto cumulativo, valido 3 gg. consecutivi, che permette di accedere una sola volta a ognuno dei circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità d'accesso).

Bassa stagione (1 novembre-28 febbraio):
€ 12,00 (Galleria delle Statue e delle Pitture, Gabinetto dei Disegni e delle Stampe e Aula Magliabechiana);
€ 18,00 (Biglietto cumulativo, valido 3 gg. consecutivi, che permette di accedere una sola volta a ognuno dei circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità d'accesso).

Gratuito per tutti la prima domenica del mese, solo da ottobre a marzo, e nella settimana dei musei (dal 5 al 10 marzo 2019).
Inoltre gratuito il:
24 marzo 2019,
26 maggio 2019,
2 giugno 2019,
23 giugno 2019,
11 agosto 2019,
11 ottobre 2019,
31 ottobre 2019,
6 novembre 2019.
Più info ---> https://bit.ly/2U6jJPD

PassePartout (tessere annuali che includono l'accesso alle mostre temporanee e l'ingresso prioritario*):

Tessera nominativa annuale “Gli Uffizi” (accessi illimitati per 365 gg. alla Galleria delle Statue e delle Pitture, al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe e all'Aula Magliabechiana con priorità di ingresso): € 50,00;
Tessera nominativa annuale “Gallerie degli Uffizi” (accessi illimitati per 365 gg. a tutti e tre i circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità di ingresso): € 70,00;
Tessera "Family" annuale, valida per due adulti e un numero illimitato di bambini (accessi illimitati per 365 gg. a tutti e tre i circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità di ingresso): € 100,00;

* La priorità d’accesso non è valida nelle prime domeniche del mese ad ingresso gratuito e nei giorni ad ingresso gratuito.

Accessibilità ai disabili

La Galleria delle Statue e delle Pitture occupa il 1 piano e il 2 piano dell’edificio vasariano. La visita comincia dal 2 piano.
Ingresso
L’accesso agli Uffizi è dal loggiato e si accede, per chi ha ridotta mobilità, da via della Ninna, fra Palazzo Vecchio e gli Uffizi, ove è presente una rampa con un leggero dislivello. L’accesso è prioritario e gratuito per le persone aventi diritto, secondo le disposizioni di legge. L’ingresso al museo avviene dalla porta 1, dotata di uno scivolo di ingresso, coadiuvati dagli addetti all’accoglienza. Esiste un secondo ingresso, porta 2 ma non è dotata di scivolo. Dopo il metal detector è possibile raggiungere il 2 piano con due ascensori. I due accessi prima degli ascensori sono dotati di due rampe, con pendenza rispettivamente dell’ 8 e dell’11%. L’ascensore misura 63 cm di larghezza e consente il passaggio di una sedia a rotelle standard. Per altre tipologie di sedie a rotelle o elettriche i visitatori possono utilizzare l’ascensore della Scala della Vecchia Posta, facendosi accompagnare dagli addetti all’accoglienza. Il museo mette a disposizione dei visitatori, che ne fanno richiesta, sedie a rotelle standard, lasciando un documento d'identità.
Al 1 piano ha sede il GABINETTO DISEGNI E STAMPE che è interamente accessibile e si può raggiungere con l’ascensore, premendo il tasto 1. Nel corridoio di entrata degli Uffizi si trova la mappa tattile della Galleria con l’ubicazione delle opere del percorso “Uffizi da Toccare”, i guanti, obbligatori, vanno richiesti al personale del museo. Il percorso tattile comprende 16 sculture della collezione archeologica e un bassorilievo tattile della Nascita di Venere di Botticelli, corredate da didascalie in braille, testi per la lettura facilitata per ipovedenti, in italiano e in inglese. Alla fine del corridoio del 2 piano è presente la caffetteria che è possibile raggiungere con un montascale azionato da un addetto al servizio.
Servizi: bagni accessibili, 08.00 – 18.45
Piano terra vicino al servizio di noleggio audioguide, presenza di un montascale azionabile in autonomia.
2 piano prima della caffetteria, corridoio di Ponente, segnalato con totem. E’ necessario chiedere la chiave al personale di galleria alla sala 45. Baby Pit Stop: All’interno della caffetteria vi è un’area riservata alle mamme per l’allattamento, aperto fino alle 18.00.
Piano intermedio Fra il 2 piano e il 1 (mezzanino), raggiungibile e segnalato in ascensore, 8.00 – 18.15.
Piano terra: dopo il primo bookshop a destra, all’interno di uno spazio espositivo per mostre temporanee (Aule Magliabechiane).
Uscita: i visitatori con ridotta mobilità vengono accompagnati - su richiesta - dal personale dell’ultima sala espositiva del 1 piano in un ambiente che conduce agli ascensori del piano terra (dopo le sale del Caravaggio).
Bookshop: un primo bookshop si trova al piano terra, nel percorso di uscita. Vi sono altri 4 bookshop.
Ufficio Postale: l’ufficio postale è situato davanti alla porta di uscita.
I visitatori che usufruiscono dell’ascensore, arrivati al piano terra, a sinistra trovano il bookshop e a destra la direzione per l'uscita.
Avviso: in previsione della riapertura del Corridoio Vasariano, il Percorso del Principe (accesso dal cavalcavia di Palazzo Vecchio) è momentaneamente chiuso al pubblico, ma dotato di una piattaforma verticale a scomparsa per il superamento delle barriere architettoniche. Esiste un punto Info nel piazzale degli Uffizi a cura dei colleghi dell'accoglienza. E' previsto introdurre cani da guida per non vedenti, per assistenza ai disabili e per cure terapeutiche (pet therapy), previo invio di mail informativa.
Esistono infine due nuovi spazi, accessibili: l'Auditorium Vasari, aperto in occasione di eventi e conferenze, piano terra, Ala di Ponente del loggiato, con accesso dall'esterno,e le Sale di Levante (spazio mostre), primo piano, accanto al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe, accessibili con una rampa.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al Dipartimento Mediazione Culturale e Accessibilità allo 055 2388617 nei giorni seguenti: lunedì-venerdì dalle 9.30 alle 13.00; martedì e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00.
uffiziaccessibili@beniculturali.it ; www.uffizi.it/pagine/accessibilita

Da sapere

Audioguide: sono disponibili in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e giapponese. Costo: € 6,00 per apparecchio singolo, € 10,00 per apparecchio doppio.

Contatti

+39 055 23885
+39 055 290249 (biglietteria)

Prenotazioni:
Firenze Musei +39 055 294883
www.firenzemusei.it


COSA VEDERE NELLE VICINANZE

Ecco alcuni monumenti e attrazioni nelle immediate vicinanze del Galleria degli Uffizi