info@visita-firenze.it

Palazzo Pitti

Palazzo Pitti, Luca Pitti, I Medici e Eleonora da Toledo, I Lorena
  • i Palazzi


Palazzo Pitti con il celebre giardino di Boboli è il più grande e fastoso degli edifici fiorentini; situato in Oltrarno, per quattro secoli fu la reggia del granducato di Toscana. Al suo interno sono oggi ospitati diversi musei.


Luca Pitti

La costruzione del palazzo, commissionato da Luca Pitti (1395-1472), iniziò intorno al 1457. Il ricco ed ambizioso mercante fiorentino, aspro rivale della famiglia dei Medici, desiderava una residenza più sfarzosa del palazzo che Cosimo il Vecchio stava realizzando in via Larga. I Pitti affidarono i lavori a Filippo Brunelleschi e scelsero, tra i vari progetti proposti dall'architetto, proprio quello che era stato bocciato dai Medici perché, a loro giudizio, troppo monumentale e suscettibile di invidie.

Alla morte del Brunelleschi la direzione dei lavori passò al suo allievo Luca Fancelli. Per erigere il grande Palazzo,inoltre, vennero distrutte molte costruzioni preesistenti.


i Medici ed Eleonora di Toledo

Il primo palazzo, già molto grande, era di forma cubica e caratterizzato da una con facciata a bozze di pietra forte. Nel 1550, essendo i Pitti caduti in disgrazia, il palazzo venne acquistato da Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I de' Medici. La duchessa, malata di tubercolosi, riteneva,infatti, la zona di Oltrarno più salubre rispetto all'affollato centro cittadino.

Nel 1565 i Medici lasciarono Palazzo Vecchio per trasferirsi nel ristrutturato ed ampliato Palazzo Pitti. Ciò comportò l'avvio di una straordinaria rinascita del quartiere popolare di Oltrarno. Le altre nobili famiglie fiorentine, difatti, imitando i Medici, costruirono nella zona le proprie ricche residenze.


I Lorena, Napoleone ed i re d'Italia

Palazzo Pitti, dopo essere stato per molti secoli casa dei Lorena, nei primi anni dell'800 divenne residenza della sorella di Napoleone. Dopo l'unificazione d'Italia, nel periodo in cui Firenze fu la capitale del Regno, il Palazzo fu adibito a reggia dei Savoia.

Oggi, dopo vari restauri, l'edificio ospita 5 musei articolati per diverse tematiche espositive. Al pian terreno, affacciato sul maestoso cortile centrale, si trova l'ufficio prenotazioni del Polo Museale Fiorentino che gestisce tutte le biglietterie dei musei statali a Firenze.